Cosa significa paradosso?

PARADOSSO:  procedimento logico in cui la premessa e la conclusione sono in contraddizione. Es: Più studi , più sai;  più sai, più dimentichi; più dimentichi, meno sai; studiare non serve a nulla.

Significato di paradosso dal dizionario Devoto Oli (iPad)

paradosso1 ‹pa·ra·dòs·so› s.m.

1. Proposizione formulata in apparente contraddizione con l’esperienza comune (i p. degli stoici) o con i principi elementari della logica, ma che all’esame critico si dimostra valida │ Paradossi di Zenone, volti a dimostrare l’assurdità del movimento e l’inesistenza della molteplicità (celebre quello che vede il corridore più veloce, Achille, impossibilitato a raggiungere la più lenta tartaruga) ║ Affermazione che, indipendentemente dalla sua verità o falsità intrinseca, è presentata in forma tale da sorprendere il lettore o l’uditore: filosofo, conferenziere amante dei p.║ Idea, comportamento, circostanza contraddittori o assurdi: sembra un p., ma è andata esattamente così.

2. Nella letteratura greca, spec. dell’età alessandrina, breve narrazione di fatti straordinari o aneddoti bizzarri tratti dalla natura e dalla storia, per lo più raccolti in sillogi.

ETIMO Dal gr. parádokson, der. di dóksa ‘opinione’, col pref. para- ‘para-2=>

DATA sec. XVI.

Esempi paradosso

I paradossi si usano in scienze, economia e filosofia per stimolare la riflessione su un tema o per evidenziare un comportamento apparentemente contraddittorio e senza una spiegazione chiara.

In letteratura, invece, il paradosso serve per esaltare un’idea, invitare il lettore alla riflessione, mostrare un contrasto, fare una battuta.
In questo caso il paradosso viene chiamato anche antinomia ossia “problema contro le regole”
 
Esempi
“Io mento”  paradosso di Epimenide.
Se dico “io mento” sto dicendo il falso, ma se dico il falso, sto anche dicendo il vero, dato che sto mentendo, esattamente come ho affermato nell’enunciato iniziale (io mento).
Quindi l’affermazione “io mento” è vera sia quando dico la verità sia quando affermo il falso: è un’antinomia o paradosso.
Il paradosso del nonno
 
E’ un paradosso che si usa frequentemente nelle opere che riguardano i viaggi nel tempo, come Terminator, Ritorno al futuro o Futurama.
Supponiamo che una persona possa viaggiare nel tempo e retrocedere di vari anni. Se uccide il nonno prima che abbia una discendenza, il protagonista del viaggio (nipote) non sarebbe nato né avrebbe avuto figli. Come avrebbe potuto retrocedere nel tempo per ammazzare il nonno, se non era mai nato?
Per trovare una soluzione  a questo paradosso, qualcuno ha ipotizzato l’esistenza di universi paralleli alternativi.
Vota qui il significato di paradosso: [yasr_visitor_votes size=”large”]