Aggettivi determinativi indefiniti: ecco spiegata l’analisi grammaticale

Gli aggettivi indefiniti rappresentano una quantità o una qualità  del nome che accompagna in modo indeterminato.

Aggettivi indefiniti  maschili e femminili singolare  (possono essere usati anche come pronomi) 

  • ciascuno – ciascuna; nessuna – nessuno; alcuno – alcuna; certo – certa; taluno – taluna; altro – altra; poco – poca; tanto – tanta; molto- molta; troppo – troppa; parecchio – parecchia; altrettanto – altrettanta; tutto – tutta; alquanto – alquanta; vario – varia; diverso – diversa.

Aggettivi indefiniti maschili e femminili plurale (possono essere usati come pronomi)

  • alcuni – alcune; certi – certe; certuni – certune; tali -tali; taluni – talune; altri – altre; pochi – poche; tanti – tante; molti – molte; troppi – troppe; parecchi – parecchie; altrettanti – altrettante; tutti – tutte; alquanti – alquante; vari – varie; diversi – diverse.

Alcuni sono invariabili e non possono essere usati come pronomi

  • ogni; qualunque; qualsiasi; qualche.

Certo e diverso : indefiniti e qualificativi

Questi  due aggettivi assumono significati diversi secondo il contesto.

Se sono collocati prima del nome hanno valore di aggettivi indefiniti:

  • Certe risposte lasciano l’amaro in bocca  =  Alcune risposte,aggettivo indefinito.
  • E’ successo diverso tempo fa = Molto, parecchio, aggettivo indefinito.

Se sono collocati dopo il nome hanno valore di aggettivi qualificativi

  • Finalmente potrò darti un aiuto certo = sicuro   aggettivo qualificativo
  • Ho in mente progetti diversi dai tuoi = differenti  aggettivo qualificativo

Certo può avere anche valore  di aggettivo dimostrativo –  Certi errori si pagano (questi, simili) = aggettivo dimostrativo

Certo, se preceduto da articolo indeterminativo, indica una persona di cui non si conosce l’identità – Ha telefonato un certo Rossi.

Certo, senza articolo, ha valore dispregiativo – Certa gente è proprio insopportabile.

Certo può avere anche valore intensivo – Ho visto certe ragazze!


Nulla, niente, nessuno se seguono il verbo, vogliono un –nonpleonastico ( superfluo);  quando lo precedono non vogliono la negazione.

  • Non ho capito niente.  Non penso a nulla. Non credo a nessuno.
  • Parla come se niente fosse (perché segue il verbo)  Niente può nuocermi. Nessuno mi può giudicare.

Tale….. quale,  tanto….. quanto, alcuni…..altri, altrettanti…..quanti  formano coppie di indefiniti correlativi

Tutto precede sempre l’articolo o il dimostrativo che accompagna il nome –  Tutta la gente guardava il cielo. Tutto questo è insopportabile.

Alcuno, ciascuno, nessuno  davanti a parola che inizia per vocale presentano il troncamento come uno – Ciascun animale riconosce i propri cuccioli

Molto, poco, parecchio, troppo, tanto, alquanto possono essere usati come avverbi:

Tanto meglio! Luigi studia poco. E’ una persona tanto buona.

Esempi di analisi grammaticale di Aggettivi indefiniti

Alcuni tuoi amici

alcuni = aggettivo indefinito maschile plurale

tuoi = aggettivo possessivo maschile plurale

amici = nome comune di persona, concreto, maschile , plurale, primitivo.


Qualsiasi pensiero assurdo

qualsiasi = aggettivo indefinito invariabile

pensiero = nome comune di cosa,astratto, maschile, singolare, primitivo.

assurdo = agg. qualificativo di grado positivo, maschile, singolare


Tante rose profumatissime

tante = aggettivo indefinito femminile plurale

rose = nome comune di cosa, concreto, femminile, plurale, primitivo.

profumatissime = agg. qualificativo di grado superlativo assoluto, femminile plurale.

vota qui gli “Aggettivi indefiniti”: [yasr_visitor_votes size=”large”]